EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’orchestra invisibile di Cascina Rossago in un confronto tra musica e psicologia

Incontro a partire da

Cover_Orchestra invisibile_60501-5
ORCHESTRA INVISIBILE
Ellade Bandini, Pierluigi Politi, Carlo Sini

 

Il musicologo e psicologo Michel Imberty e il filosofo Carlo Sini si confrontano sul linguaggio musicale e i suoi significati in un dialogo che trae spunto dall’esperienza dell’Orchestra Invisibile di Cascina Rossago, la prima “fattoria sociale” italiana per persone adulte affette da autismo, dove il suono diventa espressione privilegiata e la musica ci insegna che è possibile produrre forme di pensiero e smuovere sentimenti attraverso canali non discorsivi.

 

 

 

«La forza è dei suoni: c’è bisogno di parole?»
Carlo Sini

 

 Insieme all’editore Vera Minazzi

intervengono

lo psichiatra Pierluigi Politi e il fotografo Enrico Pozzato


Martedì 9 giugno – Ore 18.30

Libreria Jaca Book – Città Possibile

Via Frua 11 (Ingresso Via delle Stelline), MILANO

 

 Segue aperitivo

Vi aspettiamo !!!

 

Michel Imberty è professore di Psicologia della Musica all’Università di Parigi X-Nanterre. A partire di una triplice formazione, filosofica, musicologica e psicologica, ha sviluppato la dialettica tra le leggi generali della percezione proposte dallaGestalttheorie e la loro applicazione al campo della musica, maturando un’apertura verso l’approccio psicoanalitico alla semantica musicale e calando in una prospettiva nuova un interrogativo antico: possiamo parlare di significato nella musica?
Carlo Sini, già professore di Filosofia teoretica presso l’Università di Milano, membro dell’Accademia dei Lincei. Studioso del pragmatismo americano e della fenomenologia, ha sviluppato un rilevante approccio teorico ai legami tra filosofia e scrittura rinvenendo nell’alfabeto musicale uno dei fondamenti della concettualità e dell’estetica occidentale.